venerdì 16 agosto 2013

William CHALMERS

Arriva nel 1948 in tempi del “Grande Torino” imperante e dovrebbe portare aria nuova in cucina, con metodi di preparazione rivoluzionari. «Passerà alla leggenda dei tipi balzani», scrive di lui Vladimiro Caminiti nel suo monumentale libro “Juventus ‘70” pubblicato nel 1967, «come uno dei più balzani. Negli alberghi allenava i portieri con palle di carta. Sentimenti IV era costretto a far sfoggio della sua agilità tra le poltrone delle anticamere».


Nessun commento: