martedì 11 ottobre 2016

Piero AGGRADI

Torinese doc, cresce nelle giovanili bianconere e ha la grande soddisfazione di esordire in Serie A il 30 ottobre 1955 nella partita contro la Roma, ad appena ventuno anni, essendo nato nella città sabauda il 7 ottobre del 1934.
«Era grosso come un armadio – scrive Renato Tavella nel suo libro “Il romanzo della grande Juventus” – aveva un carattere mite, studiava presso un Liceo Scientifico, era difensore robusto ma aveva davanti elementi più bravi come Garzena e più esperti come Cesarino Nay».
Indossa la casacca juventina solamente in quattordici occasioni, prima di essere ceduto al Palermo. Appesi gli scarpini al chiodo, diventa un grande dirigente. I tifosi juventini dovranno essere sempre grati ad Aggradi, perché fu proprio lui (quando era Direttore Sportivo del Padova) a trattare con Boniperti il passaggio in bianconero di Alessandro Del Piero.

Nessun commento: